Il diritto alla portabilità dei dati personali: cos’è e quali vantaggi può offrire?

Una semplice infografica e una linea guida spiegano il nuovo diritto introdotto dal Regolamento Europeo Privacy

E’ stata pubblicata sul sito ufficiale dell’Autorità Garante un’infografica che illustra gli elementi fondamentali del diritto alla PORTABILITÀ DEI DATI introdotto dal nuovo Regolamento Europeo Privacy.

Abbiamo più volte parlato nelle nostre news del Regolamento (UE) 2016/679, già entrato in vigore e, che sarà direttamente applicabile anche in ITALIA a partire dal 25 maggio 2018.

Se vuoi saperne di più sulle novità del nuovo Regolamento e su come possiamo supportare la tua azienda, puoi leggere il nostro articolo “Privacy le 5 novità che la tua azienda deve assolutamente sapere”

Ma vediamo in concreto cosa significa DIRITTO ALLA PORTABILITA’ dei dati riportando di seguito i punti indicati nell’infografica, che puoi scaricare in fondo a questo articolo insieme alle Linee-guida.

1. Che cos’è il diritto alla portabilità dei dati?

È un nuovo diritto previsto dal Regolamento Europeo Privacy che consente all’interessato (cioè la persona alla quale sono riferiti i dati) di ricevere i dati personali forniti a un titolare (ad esempio ad un’azienda, ad un sito internet, ecc), in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da un dispositivo automatico, e di trasmetterli ad un altro titolare del trattamento senza impedimenti.

2. Quali vantaggi può offrire?

– facilitare il passaggio da un fornitore di servizi all’altro promuovendo la concorrenza;
– consentire la creazione di nuovi servizi nel mondo digitale;
– Affermare i diritti e il controllo spettanti agli interessati in rapporto ai dati personali che li riguardano.

3. Cosa permette di fare?

– ricevere i dati personali trattati da un titolare e conservarli su un supporto personale in vista di un utilizzo ulteriore per scopi personali, senza trasmetterli a un altro titolare (ad es., recuperare l’elenco dei brani musicali preferiti detenuto da un servizio di musica in streaming, per scoprire quante volte si sono ascoltati determinati brani);
– trasmettere i dati personali da un titolare del trattamento a un altro titolare del trattamento (ad es. un diverso fornitore di servizi).

4. Che impatto ha sui diritti?

L’esercizio del diritto alla portabilità dei dati non pregiudica nessuno degli altri diritti dell’interessato che può, ad esempio, continuare a fruire del servizio offerto dal titolare anche dopo un’operazione di portabilità o esercitare il diritto di cancellazione.

5. Quando si applica?

Devono essere verificate 3 condizioni:
– i dati personali devono essere trattati attraverso strumenti automatizzati (quindi non cartacei), sulla base del consenso preventivo dell’interessato o per l’esecuzione di un contratto di cui è parte l’interessato;
– i dati personali di cui si chiede la portabilità devono riguardare l’interessato ed essere quelli forniti dall’interessato consapevolmente e in modo attivo (ad es., i dati di registrazione – indirizzo postale, nome utente, età, ecc.- inseriti compilando un modulo online). Sono compresi anche i dati generati e raccolti attraverso le attività dell’utente che fruisce di un servizio o utilizza un dispositivo. Il diritto alla portabilità non si applica invece ai dati personali che sono derivati o dedotti dalle informazioni fornite dall’interessato (ad es. il profilo-utente creato analizzando i dati grezzi di un contatore intelligente), poiché non si tratta di dati forniti dall’interessato bensì creati dal titolare del trattamento.
– l’esercizio del diritto alla portabilità non deve ledere i diritti e le libertà altrui. Ad es., se l’insieme dei dati trasferiti su richiesta dell’interessato contiene dati personali che riguardano altre persone fisiche, il nuovo titolare deve trattarli solo in presenza di un’idonea base giuridica.

6. Come possiamo supportare la tua azienda/organizzazione?

Se vuoi saperne di più sulle novità del nuovo Regolamento e su come possiamo supportare la tua azienda, puoi telefonarci o scriverci a info@gruppores.it per richiedere informazioni.