Approvato il nuovo Accordo Stato Regioni per la Formazione degli RSPP

 

In data 7 luglio 2016 è stata approvata dalla Conferenza Stato Regioni la revisione completa dei percorsi formativi per RSPP e ASPP. L’Accordo contiene anche importanti indicazioni che regolamentano la formazione delle altre figure della sicurezza (tra cui Lavoratori, Preposti, Dirigenti, Addetti alle Emergenze)

 

Al momento della stesura della presente, non è ancora disponibile il testo ufficiale dell’Accordo, che verrà pubblicato nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale, tuttavia sono già note molte novità che, seppure ufficiose, portano importanti cambiamenti sul piano dell’organizzazione complessiva della formazione in tema di Salute e Sicurezza (non solo, dunque, rispetto alla formazione di RSPP e ASPP).

Rispetto al nuovo percorso formativo per RSPP e ASPP, sono previste precise indicazioni riguardo ai nuovi moduli, alla formazione pregressa, alle verifiche di apprendimento, all’aggiornamento e ai crediti. Ad esempio, si prevedono i tre moduli (A, B, C) con le seguenti caratteristiche:

Modulo A: 28 ore, fattibile anche in e-learning

Modulo B: 48 ore modulo base comune a tutti i settori + moduli di specializzazione aggiuntivi distinti per i diversi settori;

Modulo C: 24 ore, solo per RSPP

Aggiornamenti: 40 ore nel quinquennio per gli RSPP, 20 ore per gli ASPP

 

Sono presenti, inoltre, indicazioni importanti in merito a:

  • sistema di accreditamento degli Enti di Formazione;
  • requisiti dei docenti nei corsi di formazione in tema di Salute e Sicurezza;
  • condizioni per la formazione del datore di lavoro che svolga i compiti del servizio di prevenzione e protezione;
  • riconoscimento della formazione del medico competente;
  • formazione dei lavoratori somministrati;
  • possibilità dell’uso dell’e-learning per la formazione specifica lavoratori;
  • modalità di organizzazione dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

 

Negli Allegati, si trovano indicazioni in merito a:

  • Revisione delle Classi di Laurea che esonerano dalla frequenza ai corsi RSPP;
  • Requisiti e specifiche per lo svolgimento dei corsi in modalità e-learning;
  • Riconoscimento di crediti formativi tra percorsi di formazione equivalenti per le diverse figure della sicurezza;
  • Indicazioni metodologiche per la progettazione ed erogazione dei corsi;
  • Tabella riassuntiva dei criteri della formazione rivolta ai soggetti con ruoli in materia di prevenzione.

 

Nelle nostre successive news, dopo la pubblicazione ufficiale dell’Accordo in G.U., approfondiremo per i fruitori del nostro servizio di aggiornamento normativo, tutte le novità di questo importante punto di svolta nel mondo della formazione in tema di Salute e Sicurezza sul Lavoro.