Bando di finanziamento INAIL FIPIT per il settore terziario

Il nuovo bando introduce la possibilità di finanziamenti a sostegno delle piccole e micro imprese per progetti di innovazione tecnologica nel settore del terziario, finalizzati ad introdurre nel processo produttivo un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro

È stato pubblicato il bando FIPIT a sostegno delle piccole e micro imprese, comprese quelle individuali, per realizzare progetti di innovazione tecnologica nel settore del terziario, finalizzati ad introdurre nel processo produttivo un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro (acquisto di impianti, macchine e attrezzature mirati al miglioramento delle condizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro).

I beneficiari del bando, sono le piccole e micro imprese operanti nel settore del terziario, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

I contributi oggetto del bando saranno concessi con procedura valutativa e graduatoria, per uno stanziamento complessivo di 20.000.000 di Euro ripartiti a livello provinciale e regionale.

L’agevolazione finanziaria sarà costituita da un contributo, in conto capitale, fino ad una misura massima corrispondente al 65% dei costi ammissibili sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto, comprensivo delle spese tecniche e al netto dell’IVA. Sono ammesse al contributo tutte le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali dello stesso ed indispensabile per la sua completezza.

Il progetto da finanziare prevede comunque un contributo massimo erogabile pari a 50.000 euro ed un contributo minimo ammissibile di 1.000 euro.

Per poterne beneficiare, le imprese non devono aver ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo per uno degli avvisi pubblici ISI 2013, 2014, 2015 per gli incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

I progetti presentati devono essere accompagnati da una dichiarazione emessa da Ente Bilaterale o Organismo paritetico del settore di riferimento che attesti l’efficacia del progetto in termini di replicabilità, ai fini del miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori.

La Commissione di valutazione, a seguito di esame tecnico-amministrativo dei progetti redige la graduatoria di merito delle domande presentate, resa pubblica sul sito dell’INAIL. In seguito la Direzione Regionale/provinciale darà comunicazione all’impresa della concessione o meno del contributo.

In ultimo, è previsto anche che ciascuna impresa possa richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del contributo richiesto.

Per tutti i dettagli relativi al bando e le modalità di presentazione del progetto si rimanda al testo completo scaricabile come allegato a questa news.