Pubblicato il bando ISI INAIL 2015: oltre 276 milioni a disposizione delle imprese che investono nella sicurezza

Anche per il 2016, sarà possibile richiedere all’INAIL un finanziamento a fondo perduto per investimenti che accrescano il livello di sicurezza nelle imprese

È stato pubblicato il nuovo bando ISI INAIL, importante occasione per finanziare le spese sostenute per interventi di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, ed è possibile finanziare interventi quali progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori (ad esempio, ristrutturazione o modifica dell’ambiente di lavoro, acquisto di macchine, installazione o modifica impianti) e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (ad esempio, implementazione di sistemi di gestione per la sicurezza – OHSAS 18001, UNI-INAIL – o per la responsabilità sociale – SA 8000 -).

Fondi a disposizione
Sono resi disponibili oltre 276 milioni di euro con il bando Isi 2015: si tratta di finanziamenti a fondo perduto, che vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.
Il contributo, pari al 65% dell’investimento per un massimo di 130.000 euro, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e della conseguente realizzazione del progetto.

Prima fase: inserimento online del progetto
Dal 1° marzo 2016 al 5 maggio 2016, tramite il sito Inail, le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consente di:
effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
salvare la domanda inserita;
effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”.

Seconda fase: inserimento del codice identificativo
Dal 12 maggio 2016 le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo.

Terza fase: invio del codice identificativo (click-day)
Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di cui sopra: le domande saranno finanziate secondo l’ordine cronologico di arrivo.

Il GruppoRES è a disposizione per supportare le aziende nella pratica di richiesta del finanziamento, oltre che per la progettazione e realizzazione degli interventi finanziabili (in particolare, nel settore dei Sistemi di Gestione): contattateci per maggiori informazioni.