Sicurezza informatica e COVID 19.

/ / Compliance Consulting, Privacy

Un malware sfrutta l’attuale pandemia per chiedere soldi: fa credere di accedere alla mappa dei positivi a fronte di un piccolo pagamento.

Secondo una ricerca condotta da Kaspersky Lab, gli hacker non si fermano neanche in questo momento di emergenza sanitaria, anzi. In questo periodo sono proprio i sistemi informatici delle strutture sanitarie e persino dell’Oms ad essere maggiormente bersagliati.

Gli hacker in particolare, si avvalgono di un virus bancario che chiede soldi all’utente malcapitato attraverso l’installazione di una pagina che si chiama ‘Corona finder’ e promette di individuare le persone positive nelle vicinanze.

Fonte Ansa: Link all’articolo completo